Mondo Pitbike

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 22-09-2016

pitbike1“Se quella curva fosse stata quella di un circuito, quanto gas in piu’ ci avrei dato senza paranoie”.  Alzi la mano chi mototurista, smanettone della domenica o motopendolare che sia, non lo ha mai pensato affrontando una delle curve dei bellissimi passi italiani.

Certo qualcuno incurante del fatto che in strada non si e’ soli e non ci sono vie di fuga lo avra’ anche messo in pratica, ma penso che la maggior parte dei motociclisti tenga alla propria pelle.

La nostra avventura inizia cosi’, un po’ per gioco e curiosita’ ci siamo avvicinati all’idea di voler provare l’adrenalina della pista. Idea che vediamo subito sfumare visti i costi astronomici per portare una moto in pista, e la paura di farsi male, con le ovvie conseguenze lavorative, e di rovinare se non distruggere la nostra amata e coccolata moto.

Le alternative erano molteplici: noleggiare la moto? Troppo caro, seconda moto solo pista? Troppo caro.

Un giorno, per caso dalla tangenziale vedo delle moto girare sul circuito di Rozzano, non sono minimoto ma non sono nemmeno moto “normali”, sono quelle che poi scopriremo essere “pit bike” o minimotard.

“Saranno una cagata” e’ stato il nostro primo pensiero, ma le abbiamo provate lo stesso. ed è stato subito amore!! Io (Elia) con un amico (Davide) amici da una vita e appassionati di moto ci siamo trasformati in Ella #87 e Leo #12.

Corsi subito a comprare due pit bike usatissime scopriamo che si possono caricare in auto! Sapete cosa succede se stendete una Pit in macchina senza svuotare il serbatoio?! Succede che viaggerete due settimane a dicembre con i finestrini abbassati, perche’ si inonda la macchina di benzina.

“Sara’ facile” e’ stato il secondo pensiero. Niente di piu’ sbagliato. Mi spiego meglio, girare la pista e’ facile, se pur in misure ridotte sono sempre moto e si guidano nella stessa maniera. La cosa complessa e’ andare forte, prendere confidenza con il mezzo, impostare la traiettoria. Dall’adrenalina della bagarre tra amici alla prima garetta il passo e breve..  è nato così l’ INGALLATI RACING TEAM e prendiamo parte a un trofeo organizzato dalla pista di Codogno(LO).

Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

La tua moto è pronta per l’estate?

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 11-08-2016

L’estate è il momento migliore per partire per un viaggio in moto. Le vacanze, il bel tempo, le giornate più lunghe… basta poco per lasciarsi la quotidianità alle spalle e sentirsi dei veri esploratori su due ruote!

Eppure sarà capitato anche a te di sentire qualcuno dire “Ero in mezzo al nulla, guidavo senza pensieri e improvvisamente la mia moto ha smesso di funzionare”. Gli imprevisti possono sempre succedere, ma bastano pochi accorgimenti per evitare i problemi più comuni.

Alcuni consigli per un controllo prima della partenza

1. Osserva la tua moto
“Ma quella ruota è sempre stata così o si è rovinata?” “Da quando c’è quel segno sul telaio?” Lavare con cura la moto e guardare se ci sono viti o bulloni spaiati o piccole crepe è sempre il primo step. Se qualcosa ti sembra fuori posto, recati dal tuo meccanico di fiducia.

2. Controlla i liquidi
Controlla il livello del liquido di raffreddamento e dell’olio del motore: se vedi che sono prossimi al livello minimo, rabbocca la vaschetta.
Ricorda che il liquido di raffreddamento va controllato a motore rigorosamente freddo, mentre l’olio a propulsore caldo. Verifica inoltre il livello del liquido dei freni: se è basso potrebbe essere il caso di cambiare le pastiglie.

3. Verifica lo stato dei freni
La tua moto dovrà accompagnarti per tutte le vacanze, sopporterà quindi un peso maggiore del solito e dovrà affrontare viaggi più lunghi di quelli abituali, soprattutto se la tua vacanza prevede più tappe. Controlla l’usura dei dischi e delle pastiglie dei freni.

4. Fai un check degli pneumatici
Ultimo, ma non meno importante, è il controllo degli pneumatici, fondamentali per un viaggio senza preoccupazioni. Verifica la pressione delle gomme e assicurati che sia in linea con quanto indicato dal costruttore nel libretto di manutenzione.

Inoltre non dimenticarti di accertarti che non vi siano crepe, bolle, cedimenti e che il battistrada non sia inferiore al minimo prescritto dalla legge: 1,6 mm. Se durante questi controlli noti qualcosa che non va, potrebbe essere giunto il momento di cambiare le tue gomme.

SpecialGomme è il servizio di vendita di pneumatici online, da decenni leader di mercato per la vendita di gomme auto e moto, all’ingrosso e al dettaglio. Gli pneumatici moto su SpecialGomme godono di cinque anni di garanzia, puoi acquistarli con il metodo che preferisci e ti vengono spediti a casa o in uno dei 8000 centri di montaggio convenzionati, tramite spedizione assicurata con corriere. Il sito ti garantisce un servizio eccellente grazie alla convenzione con 8000 centri in tutta Italia.

La tua moto è ora pronta per affrontare l’estate, buone vacanze

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Assicurazione Moto

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 29-01-2016

Due ruote ed un’assicurazione: bonus malus o sospendibile? Ci possiamo fidare di quelle on line? Conviene installare la scatola nera?
Alla prima domanda è facile rispondere, perché tutto dipende molto dall’uso che si fa delle due ruote.
Alla seconda si può rispondere solo con le esperienze vissute e con l’informazione, tanta informazione.
La terza domanda è in assoluto la più difficile, perché a decidere è il legislatore.
Ci sono anche casi in cui clienti di marche particolari possono godere di polizze vantaggiose, è il caso ad esempio della Suzuki che da metà gennaio ha messo a disposizione una formula assicurativa 24Assistance ai clienti che montano la scatola nera MotoplatinumBox direttamente in concessionaria ricevendo sconti fino al 60%.
Il dispositivo elettronico, registra tutta una serie di parametri di guida, è dotato di un localizzatore GPS e funziona come la scatola nera di un aereo, registrando una serie di informazioni che vanno dalla posizione in tempo reale ai percorsi.
Chi decide di montarlo gode di ottimi sconti (dal 15% al 35% sull’assicurazione moto e di un’ulteriore sconto del 30 % sulla garanzia furto e incendio).
Una novità, questa della scatola nera, appunto che era stata introdotta nel testo del Ddl concorrenza, attualmente in discussione in Parlamento.
Ora però ci potrebbero essere delle novità, visto che al Senato sono già pronti degli emendamenti all’articolo 7 del disegno di legge che mirano proprio a cancellare gli sconti per coloro che installano la scatola nera.

Non solo risparmio

L’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza riporta che le tariffe italiane delle polizze assicurazioni sono in calo. Purtroppo le cronache parlamentari, sempre per quanto riguarda il famoso Ddl Concorrenza ci dicono anche a breve, se verranno approvate queste modifiche, saranno anche gli importi dei risarcimenti ad essere tagliati.
Al povero centauro non resta allora che scegliere, nel panorama polizze assicurative moto, quella migliore.

Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Ti piacerebbe vedere un MaxiScooter Ducati? Questionario da parte di un laureando.

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 19-12-2015

Oggi vi propongo un questionario che mi è stato inviato da un ragazzo in procinto di laurearsi in Marketing presso l’Università di Roma Tre.
Il questionario fa parte della sua tesi di laurea.
Se vorrete dedicare 10 minuti al suo progetto credo che ne sarà felice.
La domanda che apre le danze è la seguente: ti piacerebbe vedere un MaxiScooter Ducati?

Ecco il link:
http://goo.gl/forms/Q6KgZt365e

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Quando cambiare i pneumatici della propria moto?

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 10-09-2015

gommeitaliaonlineAvere pneumatici che garantiscono una buona performance è essenziale per garantire buone prestazioni della vostra moto ed evitare malfunzionamenti che possano mettere a repentaglio la vostra sicurezza.
Per questo si consiglia solitamente di controllare una volta alla settimana lo stato dei vostri pneumatici e capire se essi possono ancora garantire buone e sicure prestazioni oppure no.
Ma quando si dovrebbe decidere di cambiare i pneumatici della propria moto?
Ecco alcuni casi in cui può convenire procedere al cambio dei pneumatici.
Un primo motivo può essere una foratura; in questo caso il consiglio è di farsi dire da un gommista esperto se il pneumatico è riparabile o lo si deve sostituire.
Un secondo motivo può essere l’usura del pneumatico; su ogni pneumatico ci sono degli indicatori di usura, che sono delle piccole barrette in rilievo poste sul fondo delle scanalature principali; quando la gomma del battistrada raggiunge il livello di queste barrette, significa che lo spessore è prossimo al limite legale (1mm per i motocicli e 0,5 mm per i ciclomotori); in questo caso è consigliabile la sostituzione del pneumatico, in quanto quest’ultimo non può più garantire un adatto livello di sicurezza e, se lo spessore scende sotto il limite legale, si è anche fuori legge.
Un terzo caso in cui può convenire la sostituzione dei pneumatici da moto è quando essi mostrano segni di invecchiamento. Tali segni non sono tanto legati alla data di produzione dei pneumatici, ma sono più legati a fattori quali la temperatura, lo stato di manutenzione, le condizioni di utilizzo, il carico, la velocità, la pressione e lo stile di guida; tra i segni più evidenti che denotano un invecchiamento del pneumatico la presenza di fenditure nella gomma del battistrada esterno, sul fianco del tallone o sulla spalla.
Un quarto motivo può essere un danneggiamento al pneumatico, che può essere dovuto a un urto contro qualche oggetto; danneggiamento che solo uno sguardo attento di uno specialista vi può dire se riparabile o no.
Se pensate di rientrare in uno di questi casi e se la soluzione suggerita anche da uno specialista è il cambio delle gomme, vi sono siti come gommeitaliaonline, dove esse si possono acquistare in tutta sicurezza e, grazie a un’assistenza gratuita, essere sicuri di acquistare i pneumatici giusti per la propria moto.

Matteo Giovanelli

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

La ‘terra dei motori’ in trepidante attesa dei campioni della Moto GP a Misano

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 07-09-2015

gran_premio_misanoIl Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini è atteso con trepidazione dalla ‘terra dei motori’, dove la passione infinita ha generato un polo di attrazione che spazia dalla produzione industriale di altissimo livello ad un fenomenale prodotto turistico.
In programma al Misano World Circuit, intitolato a Marco Simoncelli, dall’11 al 13 settembre 2015
il Gran Premio vedrà Cattolica celebrare il “suo” pilota Niccolò Antonelli venerdì 11 settembre. Il circuito é fra i pochissimi al mondo ad ospitare entrambi i campionati mondiali di motociclismo: MotoGP e SBK.
“Puntiamo a superare quota 100mila spettatori visto che abbiamo messo a disposizione circa 12mila posti in più del 2014”, ha sottolinea Andrea Albani, coordinatore generale del ‘Marco Simoncelli Circuit’ di Misano in occasione della presentazione ufficiale dell’evento, tenutosi nello scenario prestigioso di EXPO 2015, presso lo spazio Cluster Bio Mediterraneo.

I campioni della Moto GP si sfideranno in questa tre giorni, che si prospetta ricca di emozioni ed adrenalina allo stato puro.
Ad incidere sull’attesa spasmodica sarà l’effetto Valentino, abbinato alla febbre Ducati, quel che è certo è che il GP di San Marino e Riviera di Rimini è pronto per un’edizione che si prospetta da record.

Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Compra una moto, scopri la libertà

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 27-07-2015

Le due ruote esercitano un enorme fascino su uomini e donne, adulti e bambini, e questo non dipende soltanto dai grandi campioni che l’Italia schiera in questo sport. La maggioranza dei piccoli che sognano di diventare i Valentino Rossi di domani da grande sceglierà uno stile di vita più tranquillo, relegando la moto alla domenica e alle vacanze estive.

Le esigenze di questo genere di motociclisti sono poche ma ben determinate, e riguardano tre aree ben determinate: i costi, la sicurezza e la manutenzione. Chi decide di acquistare una moto da strada per la prima volta, dopo aver preso la patente, di solito opta per un mezzo usato. I marchi italiani, a nuovo, hanno un valore di mercato più alto, ma al tempo stesso si deprezzano meno, e una volta che ci si sarà impratichiti non sarà difficile rivenderla ottenendo un buon ricavo. Sebbene sia comprensibile l’affetto per le bellissime moto di casa, è meglio non mirare troppo in alto, soprattutto agli inizi. Marchi come MV Agusta hanno bisogno di meccanici estremamente qualificati, e i ricambi costano molto. Morale: se state imparando, la Brutale dei vostri sogni può aspettare.

Le giapponesi tendono ad essere più economiche, ma non perdono in affidabilità e resistenza. Si deprezzano molto facilmente, ma di certo ne troverete una adatta a voi nel giro di pochissimo tempo. I costi dei ricambi sono accessibili e l’assistenza tecnica dedicata è diffusa in modo capillare.

Ricordate inoltre di verificare come il vecchio proprietario curava il mezzo: controllate i tagliandi, chiedete al vostro assicuratore di controllare la targa e accertarsi che non abbia avuto incidenti di cui non siete stati informati.

Una volta avuto il mezzo, è obbligatorio dotarsi almeno del casco: non solo perché la legge lo prescrive tassativamente, ma anche perché alcuni modelli sfoggiano decori che sono veri e propri capolavori. Vi sarà molto utile anche un giubbotto che includa le protezioni di gomiti, spalle e schiena: appena indossato lo troverete estremamente scomodo, ma appena sarete in sella vi accorgerete che è stato progettato per accompagnarvi in ogni movimento. Anche in questo caso Italia e Giappone si distinguono come leader, con i migliori marchi.

Non è necessario recarsi fisicamente presso un rivenditore per acquistare una moto, nuova o usata che sia. Il numero di siti dedicati alla compravendita tra privati è enorme: tra questi, Bakeca.it, nella sezione annunci auto, fornisce gratuitamente gli annunci agli utenti e li aiuta nella ricerca con keyword e menu dedicati. Accendi il computer, indossa il casco e metti in moto!

 

————————————————

Questo articolo mi è stato inviato a scopo pubblicitario da una fonte esterna e non è dunque opera mia.
Luca Govoni

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Look Around Italia

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 21-07-2015

Mi chiamo Marco Awerbuch, ho 26 anni e sono un fotografo e videomaker toscano.

Da due mesi ho intrapreso un viaggio in solitaria in sella alla mia Honda Transalp 600V lungo tutto il perimetro dell’Italia, isole comprese.

Il mio progetto si chiama Look Around Italia e consiste nel percorrere i confini del nostro stivale attraverso i luoghi ma sopratutto le persone che lo abitano, alla ricerca di storie da mostrare.

Durante questo viaggio, “armato” di una Canon 5D e una telecamera in spalla (DRT GHOST-S) sto raccogliendo aneddoti di chi, fino ad adesso mi ha offerto un letto un pasto o anche solo un caffè in cambio di ascolto e un semplice sorriso.

Sono partito a Maggio percorrendo la costa toscana, la mia regione, non sapendo a cosa andavo incontro. Con grande piacere ho conosciuto persone che hanno avuto voglia di raccontarsi permettendomi di dare vita ai primi video documentari, che potete trovare sul mio canale YouTube (https://www.youtube.com/channel/UC9vYw5TgNxjlLK6sNG4l1kg).

Attualmente mi trovo a percorrere il nord Italia, potete seguire il viaggio attraverso la pagina Facebook (https://www.facebook.com/LookAroundITALIA?ref=hl). Lo scopo di questo viaggio, dove saranno le persone stesse il fulcro, sta nel riscoprire la nostra terra dai paesaggi ai sapori ed odori che da nord e sud ci coinvolgono.

Mi auguro di aver catturato la vostra curiosità, sperando di ritagliarmi un piccolo spazio all’interno del vostro blog, portandovi in giro per l’Italia in sella alla mia Transalp.

Marco Awerbuch

Lookaround

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Tuning personalizzati in un click

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 20-07-2015

Qualche settimana fa, navigando nel web, mi sono imbattuto in uno shop online che vende adesivi murali e stickers di ogni genere. Ovviamente mi sono precipitato alla categoria Tuning per scoprire se avessero qualche interessante sticker in linea con la mia grande passione per il mondo dei motori. Risultato? Ho scoperto che questo sito dispone di una vasta gamma di decalcomanie per auto, moto e bici! Ecco alcuni degli stickers che più mi sono piaciuti!

adesivo moto 1  adesivo moto 2

Per esempio, questo ideogramma cinese significa “energia” e trovo che sia l’ideale per decorare le nostre moto in modo semplice, originale ed economico. Questa azienda propone stickers realizzati con vinile adesivo di ottima qualità a prezzi competitivi, offrendo anche la possibilità di ordinare adesivi personalizzati! Nello specifico, ciò che ha attirato maggiormente la mia attenzione è il servizio “Stickers di testo”, un servizio che permette di inviare al loro team di grafici la frase o la scritta che si vuole realizzare in sticker!
Navigando poi il loro sito web con maggiore attenzione ho notato che dispongono di molti stickers murali riguardanti il mondo dei motori! Come vedete in queste immagini che ho scelto di mostrarvi, quest’azienda offre la possibilità di rinnovare anche il look della propria casa con i più importanti circuiti automobilistici in versione adesiva!

adesivi 3

 

————————————————-

Questo articolo mi è stato inviato a scopo pubblicitario da un’azienda di adesivi. Non è dunque opera mia.
Luca Govoni

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Ricambi online per veicoli Suzuki

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 01-06-2015

suzuki-motocross-bike Il mercato dei ricambi per veicoli offre a chiunque la possibilità di reperire online tutto ciò che serve per la manutenzione e le piccole riparazioni del proprio mezzo. Fra i maggiori produttori di veicoli a motore troviamo Suzuki, la cui storia inizia nel lontano 1909 in Giappone, per poi approdare in italia nel 1969 attraverso il lancio della sua GT-500, una motocicletta dotata di motore a due tempi.

Attualmente Suzuki produce veicoli di vario genere, fra i quali moto, auto e mezzi marini. L’azienda nipponica è rinomata ovunque per l’affidabilità e l’economicità dei sui mezzi. In Italia le sue moto sono apprezzate sia dagli amanti della velocità e della sportività, sia da chi predilige motociclette sostanziose e dalla gestione non onerosa. Pensiamo per esempio alla V-Strom 650, classico esempio di tourer tuttofare, caratterizzata da prestazioni più che dignitose e una prezzo d’acquisto ragionevole.

Fra le moto sportive contiamo la mitica GSX-R, la quale viene attualmente declinata in tre diverse motorizzazioni: 600 cc, 750 cc e 1000 cc. La prima GSX-R naque nel 1985 e da allora il suo sviluppo proseguì in maniera costante riscontrando sempre un grande apprezzamento fra il pubblico. Il nome “GSX-R” è sinonimo di prestazioni e sportività per tutti quei motociclisti appassionati di velocità. Suzuki ha ottenuto nel corso del tempo un grande successo nelle competizioni sportive, comprese quelle fuoristradistiche.

I ricambi per veicoli Suzuki, e non solo, posso essere acquistati qui.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather