Passi Appenninici in inverno (Sambuca, Giogo e Raticosa) e guard-rail mai visto prima!

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Viaggi e Itinerari | il 22-02-2016

Giretto invernale attraverso alcuni dei principali passi appenninici situati fra Emilia-Romagna e Toscana.

Niente di particolarmente interessante da segnalare a parte due cose:
– la totale assenza di neve a febbraio;
– l’avvistamento di alcuni guard-rail molto strani.

I guard-rail si trovano sulla SP477 nei pressi di Passo Sambuca, fra Romagna e Toscana.
Se non fossimo in Italia penserei che quei cilindri in plastica disposti attorno ai paletti di sostegno siano stati messi per proteggere i motociclisti in caso di scivolata.
O perlomeno quella potrebbe essere la timida intenzione di chi li ha installati.
Se anche fosse, peccato che essi siano presenti soltanto in alcune curve ed esclusivamente nel tratto che sale dalla Romagna.
Oppure ho preso una cantonata e non c’entrano nulla con la sicurezza dei motociclisti

Voi cosa ne pensate?

 
sambuca-giogo-raticosa

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Il nuovo codice della strada 2013 e gli “utenti deboli” (guard rail più sicuri)

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Conquiste, Traguardi e Proposte | il 30-07-2013


Pochi giorni fa il consiglio dei ministri ha approvato il decreto di legge che va a riformare per l’ennesima volta il codice della strada. È ancora presto per sapere quali saranno i risvolti pratici realmente positivi per i motociclisti, ma stando alle prime informazioni pare che finalmente i politici abbiamo deciso di fare qualcosa anche per noi. Il loro modo di farci sapere che ci considerano è quello di definirci “utenti deboli”, insieme ai ciclisti e ai pedoni. Ora che siamo diventati a tutti gli effetti disabili della strada (senza voler con questo offendere in alcun modo chi è afflitto da VERE disabilità), devono fare qualcosa per tutelarci, a quanto pare. Prima evidentemente non ci consideravano proprio, quindi dal mio punto di vista è meglio essere considerati in qualche modo inferiori agli altri utenti della strada, piuttosto che non essere considerati affatto. Speriamo solo che questo essere “deboli” non si traduca in nuovi obblighi e divieti, come avviene per esempio per pedoni e ciclisti già da tempo, vietando loro di percorrere alcuni tratti stradali considerati “pericolosi” per la loro salute.

Dalle mie parole si intuisce che non nutro grande fiducia nei nostri governanti, non è vero? Che posso farci, mi hanno abituato a pensare male…
Un costume del tutto italiano in tema di politica consiste nel vietare o comunque ostacolare tutto ciò che non si è in grado di affrontare e regolamentare efficacemente; pensiamo per esempio ai divieti di transito rivolti esclusivamente ai motociclisti che già esistono un po’ in tutto il paese, oppure al divieto generalizzato di circolare in caso di nevicate nonostante esistano pneumatici marchiati M+S (mud + snow, esattamente come per le automobili) per alcuni tipi di motociclette e scooter. Sarebbe stato più sensato ed equo vietare la circolazione, in caso di neve, soltanto ai motoveicoli e ciclomotori non muniti di pneumatici omologati per tale scopo. Secondo questa normativa, tutta italiana, se inizia a nevicare mentre stiamo tornando a casa in moto, dobbiamo abbandonare il mezzo e proseguire utilizzando altri sistemi, pena una bella multa, anche se la nostra moto monta pneumatici M+S. Anche in questo caso gli utenti delle due ruote vengono discriminati e puniti senza fornire loro alcuna motivazione valida a riguardo, in maniera del tutto illogica, andando addirittura contro le normative esistenti in altri paesi notoriamente più avanzati del nostro in tema di sicurezza stradale.

Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather