Come imparare veramente a guidare una moto: le basi tecniche che nessuno vi spiegherà mai…

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Mototecnica e Motocuriosità | il 26-03-2015

guida-sicura-motoA scuola guida insegnano giustamente il codice della strada. Purtroppo si scordano di spiegare ai futuri motociclisti il funzionamento dinamico dei veicoli a due ruote e le relative tecniche di guida, probabilmente perché nemmeno loro ne sono a conoscenza. In realtà apprendere il codice della strada è condizione necessaria ma non sufficiente per rendere buoni guidatori i futuri motociclisti. Per poter governare una moto od uno scooter nel migliore dei modi è indispensabile comprenderne le dinamiche di funzionamento. I concetti fondamentali che difficilmente vi verranno illustrati altrove, ma che stanno alla base del controllo sicuro ed efficace di moto e scooter sono i seguenti:

1) Il baricentro e i suoi effetti nella dinamica del veicolo (fisica)   vai al contenuto

2) L’effetto giroscopico (fisica)   vai al contenuto

3) Il controsterzo e il controbilanciamento (tecniche di guida)   vai al contenuto

4) L’utilizzo corretto della frizione e del cambio (tecnica di guida)   vai al contenuto

5) L’utilizzo sinergico dei freni (tecnica di guida)   vai al contenuto

6) L’orientamento dello sguardo (tecnica di guida)   vai al contenuto

Ora passiamo all’illustrazione dei 6 punti sopraelencati. Non stupitevi se le mie spiegazioni andranno contro a tutto ciò che vi è stato inculcato a scuola guida. Esse derivano dall’utilizzo quotidiano dei mezzi a due ruote e dallo studio del loro comportamento dinamico, mentre quelle degli insegnanti di guida non sono per nulla incentrate sul lato tecnico e sulla sicurezza.

Tanto per essere chiari, sappiate che gli istruttori delle scuole guida non sono quasi mai motociclisti praticanti.

Ammettiamo pure, senza peli sulla lingua, che lo scopo delle scuole guida è semplicemente quello di far superare ai propri clienti l’esame per acquisire la patente. Il mio scopo, al contrario, ha ambizioni superiori: vorrei fare dei miei lettori guidatori consapevoli.
Buona lettura!
 
Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Articoli che ogni bravo motociclista dovrebbe leggere: guida difensiva, frenata, peso della moto, stili di guida, pneumatici…

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Cultura e Mal-Educazione Stradale, Mototecnica e Motocuriosità | il 12-01-2015

Raccolgo qui gli articoli più importanti che ho pubblicato sino a questo momento. Consiglio a tutti i motociclisti, neofiti ed esperti, di leggerli con attenzione. Sono certo che non faranno male a nessuno, anzi!

 

1) Iniziamo con le basi tecniche implicate nella dinamica delle moto. Baricentro, effetto giroscopico, controsterzo, controbilanciamento e utilizzo della frizione:
Come imparare veramente a guidare una moto: le basi tecniche che nessuno vi spiegherà mai…

2) Continuiamo con la frenata. Come si frena in moto? Lo spiego dettagliatamente nel seguente articolo:
Come frenare in moto: falsi miti e credenze

3) Passiamo ora alla Guida Difensiva. Come guidare nel miglior modo possibile ed evitare i rischi più comuni:
La Guida Difensiva in Moto/Scooter

4) Il peso della moto. Esso non è un problema o un ostacolo, bensì un alleato della guida stradale:
La fissazione del “motociclista” italiano per il peso! (non il proprio ma quello della propria moto…)

5) La potenza della moto. Perché non servono tanti cavalli per divertirsi e diventare ottimi Motocislisti:
Meno capacità = Moto più potente

6) I differenti stili guida veloce. Ginocchio a terra oppure piede a terra? Il ruolo del baricentro nella gestione della moto:
Perché i piloti di velocità sporgono dalla moto e mettono il ginocchio a terra

7) Come non andare in moto. Il peggior modo di condurre un motoveicolo, ossia mettersi in pericolo senza motivo:
Come non andare in moto: spunti di riflessione partendo da un articolo di Motociclismo.it

8) I 20 comportamenti da evitare in moto. Lista di azioni, pensieri ed errori da evitare quando si è alla guida:
Le 20 cose da non fare MAI quando si guida una moto o uno scooter

9) Pneumatici per moto e scooter. Come sono fatti, come funzionano, come sceglierli:
Pneumatici per moto e scooter: tipologie, durata e consigli

10) Il casco da moto/scooter. Criteri per la scelta:
La scelta del casco per moto/scooter: una scelta da non sottovalutare

11) Scegliere la prima moto. Consigli per i neo-motociclisti:
Consigli per la scelta della prima moto/scooter: per giovani e meno giovani


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dimenticavo…. Auguro un 2015 pieno di viaggi e belle esperienze motociclistiche a tutti voi!

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

La fissazione del “motociclista” italiano per il peso! (non il proprio ma quello della propria moto…)

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Mototecnica e Motocuriosità | il 01-11-2014

moto-leggera-derbiSe pure voi, di tanto in tanto, andate a leggere i commenti della gente sotto gli articoli che riguardano la presentazione o la prova di nuove moto, avrete certamente notato come nella mente del possessore di moto italiano sia presente un chiodo fisso (NB: uno dei tanti): il peso della moto! Inteso in senso negativo, naturalmente. Leggendo ciò che scrivono i commentatori prende forma un quadro molto preciso delle idee più diffuse tra il popolo dei dueruotisti virtuali: la moto ideale deve pesare quanto una bicicletta e avere la potenza di un aereo.

Visto che questi pensieri non hanno un reale fondamento tecnico e sono più che altro frutto di un bisogno inconscio di possedere un oggetto sul quale poter riversare tutte le proprie mancanze e le proprie insicurezze, proverò a spiegarvi perché il peso di una moto stradale NON DEVE essere troppo contenuto.

In realtà le mie saranno considerazioni piuttosto ovvie e banali alle quali potrebbe giungere chiunque decida di prendersi 10 minuti per riflettere sull’argomento. Talmente ovvie da essere completamente invisibili agli occhi della maggior parte dei moto-naviganti-commentatori internettiani.

Inizio con una domanda per queste persone fissate con il peso: ma voi ci andate per davvero in moto?

Se la risposta è sì, allora avete realmente bisogno di leggere il presente articolo fino in fondo, più di una volta. E non perdetevi neanche una parola!

Se la risposta è no, vi consiglio invece di ragionare meno superficialmente sulla questione e di arrivare da soli alle giuste conclusioni. Se non vi riesce, tornate qui e proseguite nella lettura del mio articolo.

Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather