Articoli che ogni bravo motociclista dovrebbe leggere: guida difensiva, frenata, peso della moto, stili di guida, pneumatici…

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Cultura e Mal-Educazione Stradale, Mototecnica e Motocuriosità | il 12-01-2015

Raccolgo qui gli articoli più importanti che ho pubblicato sino a questo momento. Consiglio a tutti i motociclisti, neofiti ed esperti, di leggerli con attenzione. Sono certo che non faranno male a nessuno, anzi!

 

1) Iniziamo con le basi tecniche implicate nella dinamica delle moto. Baricentro, effetto giroscopico, controsterzo, controbilanciamento e utilizzo della frizione:
Come imparare veramente a guidare una moto: le basi tecniche che nessuno vi spiegherà mai…

2) Continuiamo con la frenata. Come si frena in moto? Lo spiego dettagliatamente nel seguente articolo:
Come frenare in moto: falsi miti e credenze

3) Passiamo ora alla Guida Difensiva. Come guidare nel miglior modo possibile ed evitare i rischi più comuni:
La Guida Difensiva in Moto/Scooter

4) Il peso della moto. Esso non è un problema o un ostacolo, bensì un alleato della guida stradale:
La fissazione del “motociclista” italiano per il peso! (non il proprio ma quello della propria moto…)

5) La potenza della moto. Perché non servono tanti cavalli per divertirsi e diventare ottimi Motocislisti:
Meno capacità = Moto più potente

6) I differenti stili guida veloce. Ginocchio a terra oppure piede a terra? Il ruolo del baricentro nella gestione della moto:
Perché i piloti di velocità sporgono dalla moto e mettono il ginocchio a terra

7) Come non andare in moto. Il peggior modo di condurre un motoveicolo, ossia mettersi in pericolo senza motivo:
Come non andare in moto: spunti di riflessione partendo da un articolo di Motociclismo.it

8) I 20 comportamenti da evitare in moto. Lista di azioni, pensieri ed errori da evitare quando si è alla guida:
Le 20 cose da non fare MAI quando si guida una moto o uno scooter

9) Pneumatici per moto e scooter. Come sono fatti, come funzionano, come sceglierli:
Pneumatici per moto e scooter: tipologie, durata e consigli

10) Il casco da moto/scooter. Criteri per la scelta:
La scelta del casco per moto/scooter: una scelta da non sottovalutare

11) Scegliere la prima moto. Consigli per i neo-motociclisti:
Consigli per la scelta della prima moto/scooter: per giovani e meno giovani


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dimenticavo…. Auguro un 2015 pieno di viaggi e belle esperienze motociclistiche a tutti voi!

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lo pneumatico per moto per l’inverno: alcuni consigli

Scritto da Fonte esterna | Pubblicato in Articoli di terze parti | il 12-09-2014

n_pneumatici-invernali-motocicliCome ogni anno sta per finire la stagione calda (che quest’anno è stata meno calda) e sta per arrivare l’inverno. Le condizioni delle strade cambiano e chiunque guidi un mezzo deve adeguarsi, non solo per la pioggia, ma anche in caso di neve. Stesso vale per i motociclisti e gli scooteristi. È infatti ovvio che in casi come questo il comportamento della gomma sull’asfalto è fondamentale, soprattutto se il fondo stradale è ghiacciato, e se con le quattro ruote si sono trovate molte soluzioni a questo problema, per il settore delle due ruote, il discorso è molto diverso. Per questo motivo bisogna saper scegliere le gomme invernali per moto.

Le strade di inverno infatti riducono il cosiddetto grip della superficie stradale, rendendo soprattutto in città ancora più rischioso imbattersi in ostacolo come per esempio i tombini. Il problema si presenta naturalmente di più per gli scooter, che hanno già in partenza molto meno aderenza delle moto.

Esistono infatti molti modelli di pneumatici per scooter e per moto da bagnato, con battistrada particolari e mescole di veloce riscaldamento. Allo stesso modo esistono anche gomme termiche, le cosiddette Mud and Snow (fango e neve), o meglio M+S caratterizzate da un battistrada dal numero di intagli nel battistrada più grande, e dalla mescola termica, per mantenere la giusta elasticità e aderenza anche a temperature estremamente basse. Le due ruote possono utilizzare gli pneumatici M+S tutto l’anno, non solo nei mesi invernali come è indicato per le auto dalla legge, per questo motivo optare per loro può rivelarsi molto conveniente.

L’uso di gomme M+S è inoltre molto utile per i controlli di frenata: infatti aiutano l’ABS a funzionare meglio, migliorando l’aderenza. In questo modo si evitano malfunzionamenti e problemi di frenata.

La legge infatti prevede l’uso di gomme termiche per tutto il periodo invernale, unito all’obbligo di catene per chi ne fosse sprovvisto. Per quanto riguarda molto più strettamente i motocicli e i ciclomotori, l’ultima direttiva impone di astenersi dalla circolazione in caso di ghiaccio.

Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Come controllare la pressione degli pneumatici Moto e Scooter

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Cultura e Mal-Educazione Stradale | il 31-07-2014

manometro-motoVerificare la pressione delle gomme del proprio motoveicolo è un’operazione semplice ed importante al tempo stesso. Come sempre circolano voci e teorie fantasiose riguardo a questo argomento, perciò è bene fare un po’ di chiarezza.

Qual è la pressione corretta?

Prima di tutto bisogna sapere che le corrette pressioni di gonfiaggio degli pneumatici sono indicate nel libretto di uso e manutenzione del mezzo. Spesso vengono replicate anche attraverso un adesivo piazzato sul forcellone della moto o sul carter della catena. Ogni modello di moto prevede pressioni differenti: può sembrare superfluo specificarlo, ma c’è ancora chi crede che tutte le moto e tutti gli pneumatici possano utilizzare le stesse pressioni! Di solito nel libretto d’uso del veicolo troviamo due pressioni diverse, una per lo pneumatico anteriore e una per quello posteriore. A volte possiamo trovare sia la pressione a pieno carico (con passeggero e/o bagagli) che quella standard (solo guidatore).

La giusta attrezzatura

Una volta recuperate le informazioni riguardanti la giusta pressione delle gomme è possibile procedere con il controllo vero e proprio. Per poterlo fare è necessario un manometro. Ne esistono di vari tipi e il loro costo non è generalmente elevato (si va da pochi euro a qualche decina di euro per i prodotti professionali). La cosa migliore da fare consiste nell’acquistare un compressore dotato di pistola con manometro; così facendo avrete sempre a disposizione un utensile molto utile non solo per controllare la pressione degli pneumatici. Ne esistono di dimensioni particolarmente compatte e alcuni di essi possono addirittura essere alloggiati nel vano sottosella di una moto.

Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Pneumatici per moto e scooter: tipologie, durata e consigli

Scritto da Luca Govoni | Pubblicato in Cultura e Mal-Educazione Stradale | il 09-04-2014

goldentyre_gt201_3Gli pneumatici sono estremamente importanti e vanno scelti con consapevolezza. Una stessa moto può essere più o meno maneggevole, più o meno piacevole e sicura da guidare, a seconda delle gomme che monta. Non ha senso modificare le sospensioni e l’assetto del mezzo se prima non si trovano gli pneumatici più adatti allo stile di guida del proprietario. Due persone che utilizzano la stessa moto potrebbero ricevere sensazioni molto diverse dagli stessi pneumatici: una delle due potrebbe arrivare ad amarli, mentre l’altra ad odiarli.  I produttori di pneumatici sanno bene tutto ciò e sperimentano di continuo nuove mescole e nuove soluzioni tecnologiche per aumentare le prestazioni delle coperture e la loro durata chilometrica. Allo stato attuale esistono pneumatici di ogni genere e dalle caratteristiche prestazionali molto interessanti, ma per operare la giusta scelta bisogna innanzitutto capire che non è sufficiente scegliere una marca piuttosto che l’altra basandosi sulla fama che questa possiede. Non è detto che i prodotti di un’azienda famosa siano migliori degli altri! In secondo luogo va compreso che ogni produttore realizza un modello di pneumatico specifico per ogni tipo di moto e di utilizzo che si intende fare del mezzo.

Falsi allarmismi

Come sempre girano idee e concetti del tutto assurdi attorno al mondo delle due ruote a motore; gli pneumatici non fanno eccezione. In questo caso potreste incontrare qualche invasato, che con ogni probabilità utilizza la moto 3 volte all’anno (e magari soltanto in pista…), il quale cercherà di mettervi all’erta circa la data di produzione delle gomme (il cosiddetto DOT – Department Of Transportation). Il DOT indica l’età dello pneumatico; si tratta di un codice riportato su ogni gomma che offre varie informazioni.dot gomma moto Di solito ha questo aspetto: DOT EB F8 F923 4912. Le ultime 4 cifre indicano la settima e l’anno di produzione (settimana n. 49, anno 2012). Ecco, i più fissati vi faranno terrorismo psicologico spaventandovi a morte sulla questione dell’età delle gomme. Secondo loro una gomma con più di un anno di vita non va assolutamente montata, pena il rischio che questa esploda improvvisamente mentre viaggiate sulla vostra moto. Altri vi diranno che le sue prestazioni diminuiscono con il tempo, perciò se la gomma è “vecchia” non terrà più la strada, sul bagnato sarà come viaggiare sul sapone… ecc ecc.

Ovviamente non c’è quasi niente di vero in tutto questo, perciò state tranquilli! Io stesso ho montato gomme prodotte 2-3-4 anni prima e di problemi non ne ho mai avuti. Indubbiamente i materiali utilizzati nella fabbricazione degli pneumatici perdono progressivamente le loro caratteristiche iniziali, ma questo non avviene nel giro di un anno o due! Sono in particolare gli sbalzi termici e l’umidità a far deperire le gomme, ma di solito esse vengono conservate in grandi magazzini dove l’escursione termica è ridotta. Tra l’altro, se volessimo credere a certe idiozie, dovremmo sostituire le gomme ogni 12 mesi anche se esse sono ancora semi-nuove. Pensate a quali sollecitazioni sono sottoposte le gomme una volta montate sulla moto! Passano dal freddo al caldo e poi di nuovo al freddo, dall’asfalto rovente dei pomeriggi estivi a quello gelido delle mattinate invernali, ruotano a grande velocità e incontrano qualsiasi tipo di sporcizia durante il loro utilizzo. Ma sono progettate anche per questo!

Leggi il resto di questo articolo »

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather